Quando chiamare il mental coach sportivo?

Quando tutto va bene, anzi benissimo.

 

Il momento migliore per cominciare una collaborazione con un mental coach sportivo è quando ci sembra di toccare il cielo con un dito e di vivere in un sogno. Sono proprio questi i momenti giusti per investire su se stessi, per continuare a vincere, dandosi il messaggio di voler sempre migliorare, di voler andare sempre avanti e di avere voglia di lavorare sui quei dettagli che fanno la differenza.

 

I grandi campioni hanno sempre voglia di crescere. 

Molto spesso, invece, si ricorre al mental coach sportivo come estrema ratio, come ultima carta da provare per tirarsi fuori da guai, per risolvere un problema che è diventato gigantesco. Delle serie le ho provate tutte, proviamo anche questa. In questo hanno una grande responsabilità anche le persone che attorno all’atleta (familiari, allenatori, preparatori, manager, etc.) perché percepiscono questa figura professionale solamente come un solutore di problemi, mentre dovrebbero viverla in modo completamente diverso, per passare dal bene al meglio.

Il mental coach sportivo per passare dal bene al meglio Alessandro Vianello Mental Coach Spin Leader

Il vero talento è lavorare sul proprio talento.
CR7

 

Un grande allenatore/dirigente, all’indomani di una strepitosa prestazione del suo giocatore/atleta, dovrebbe mettergli una mano sulla spalla e dirgli: “Grande… è proprio il momento d’iniziare la collaborazione con un mental coach sportivo, adesso sei pronto!” e il giocatore/atleta probabilmente risponderebbe: “Cazzo dici, va tutto da Dio! Non ho bisogno di nessuno, faccio tutto da solo!” e lui ancora: “è proprio quando va tutto bene che devi aprire la mente e investire su di te per costruirti i successi futuri. Il mental coach sportivo ti serve per lavorare sul dettaglio, per tirare fuori tutto da te, per sviluppare la tua leadership ed avere continuità di rendimento.”

Chi vince sta bene, chi rivince sta ancora meglio.

Sei un giocatore di golf?
Il momento è giusto è dopo averne tirati 65, non 81. Dopo una vittoria.

Sei un calciatore?
Il momento giusto è dopo una tripletta, dopo una gara da fenomeno.

Sei un tennista?
Il momento giusto è dopo un 6-0, 6-0, dopo un grande torneo.

Qualunque sia il tuo sport il timing è importante.

Per anni ho aiutato persone in difficoltà, una sfida bellissima che mi dato soddisfazioni immense. Lo so fare, continuerò a farlo, ma contemporaneamente farò tutto il possibile per costruire anche una mentalità nuova nello sport, la cultura del dettaglio e del miglioramento continuo.

Il mio cliente ideale mi chiama dopo una vittoria.

Tutto parte dalla testa e dall’atteggiamento con cui si vive il proprio sport e il proprio staff di collaboratori. In questo senso mi considero un servitore con raffinate competenze specialistiche. Ai miei clienti dico: “Sei tu il protagonista, sei tu che vai in campo! Io sono solo il tuo coach, una persona con cui scambiare per trasformare i tuoi valori in risultati, per trovare insieme le strategie vincenti, per essere sempre nello stato giusto, per tirare fuori tutto da te, per lavorare sulla differenza che fa la differenza.”

Non lavoro sul bisogno ma sul dettaglio.

Vuoi andare sempre avanti?
Vuoi sviluppare fino fondo il tuo talento?
Vuoi essere un leader sempre migliore ed avere continuità di rendimento?

Dai, passiamo all’azione!
Scrivimi e trasformiamo insieme i tuoi valori in risultati
Alessandro Vianello Mental Coach Spin Leader email

Related Post