Donald Trump pensa in grande

Donald Trump pensa in grande

Donald Trump pensa in grande e manda tutti al diavolo nel lavoro e nella vita

Sì, è un maledetto arrogante con una pettinatura agghiacciante, ma di certo non possiamo accusare il vecchio Donaldo di incoerenza.

Il magnate newyorkese star di The Apprentice è diventato Presidente degli USA con il motto Make America Great Again, vivendo ogni secondo della sua vita con questo pensiero e conquistandosi il titolo di numero 1 della leadership in fase 3.

Quello dell’Ego.

Ciao, sei benvenuta/o in questa sezione del mio blog dedicata ai libri e agli ebook di coaching, leadership, personal branding, marketing umanistico, comunicazione efficace e crescita personale che hanno fatto la differenza nel mio lavoro di Mental Coach, così almeno mi piace dire.

Disclosure: Per amore di chiarezza e di trasparenza, desidero informarti che il link che troverai in questo post è un link di affiliazione e non ci sarà nessun costo aggiuntivo per te cliccandolo. Io guadagnerò una piccola commissione se tu deciderai di fare un acquisto. Tutto questo esiste perché ho un’esperienza diretta con questa azienda, avendo pubblicato con grande soddisfazione i miei libri ed ebooks con Amazon. Inoltre, voglio che tu sappia che ti raccomando questo libro/ebook perché l'ho letto e provato ed ha portato valore nella mia vita, non certo per le piccole commissioni che prenderò se tu deciderai di acquistare qualcosa. Per favore, non spendere soldi in questi prodotti se non ne senti il bisogno o se non ti saranno utili a raggiungere i tuoi obiettivi.

 

Donald Trump pensa in grande Alessandro Vianello Mental Coach Belluno Modena Milano Bologna Performance coaching

Leadership Tribale

Se prendiamo in considerazione i 5 livelli evolutivi presentati in La leadership tribale:

  1. La vita fa schifo
  2. La mia vita fa schifo
  3. Io sono un grande e tu no
  4. Noi siamo grandi e voi no
  5. La vita è meravigliosa

The Donald è il sultano della fase 3, il guru dell’efficienza e della valorizzazione di sé, e questo libro è uno straordinario manuale di crescita personale pieno di strumenti e know-how per chiunque voglia costruirsi un futuro migliore, solide basi per il proprio percorso evolutivo.

La filosofia di Trump è di una semplicità disarmante (naturalmente se non fosse favorevole alla detenzione delle armi da fuoco come ogni repubblicano conservatore che si rispetti) e si può sintetizzare così:

Se stai già pensando, è meglio che pensi in grande. La scelta sta a te. Niente e nessuno possono impedirti di farlo.

Detto Fatto. Presidente degli Stati Uniti d’America.

Di questo ciuffo biondo laccato possiamo dire di tutto (nel bene e nel male per lui è irrilevante) tranne che non abbia messo in pratica questo mantra fino in fondo.

In realtà non pensa io sono un grande e tu no, pensa io sono il più grande e tu si na chiavica, come direbbero a Naples. Idem con potatoes per il suo Paese.

Nei suoi comandamenti troviamo anche

“Assumi i migliori e non fidarti di loro”

“Vendicati di chi ti fa del male” (ottimo con l’arsenale atomico americano) …

“Stipula sempre un accordo prematrimoniale”… ah ah ah.
Beh, coi tempi che corrono, come dargli torto.

Brand awareness

L’altra materia in cui mi sembra abbastanza ferrato è il concetto di brand awareness, ossia la conoscenza della marca da parte del consumatore.

Il nome Trump è dappertutto, basta osservare com’è strutturata la copertina del libro.

La corsa alla casa bianca è stata un’operazione perfetta perché il suo primo obiettivo era di scalare il proprio brand e renderlo il più conosciuto al mondo.

Facendo un po’ di conti, la campagna elettorale è costata 350 milioni, lui ne ha messi 50 per ottenerne in futuro un miliardone di Dollari (così stimano gli analisti finanziari), non male come investimento.

Se poi ti risvegli Presidente… bingo.

Donald Trump pensa in grande, si dà un obiettivo super ambizioso da raggiungere, mette a punto una strategia a lungo termine, agisce tutti i giorni e si dà delle regole, assumendo per valori e formando per competenze.

La lealtà è l’istanza fondamentale nel business. 

Qualcuno ricorda per caso i 75 milioni di euro lasciati da Caprotti alla sua segretaria?

In ogni caso, questo è un gran libro e se stai già pensando ecco il consiglio di zio Donaldo:

Pensa in grande e manda tutti al diavolo nel lavoro e nella vita

Related Post